Programmazione dal 25 al 31/07/2014

MISTER MORGAN – NON È MAI TROPPO TARDI PER RICOMINCIARE di Sandra Nettelbeck

con Michael Caine, Clémence Poésy (Francia, Germania, Belgio, USA 2013, 116′)
icon_ciakvenerdì 25 luglio | 16.30
icon_ciaksabato 26 luglio | 16.30

mister morganA Parigi Pauline incontra il signor Morgan su un autobus. Lui è un professore americano di filosofia ormai in pensione mentre lei è una giovane insegnante di danza piena di vitalità e ottimismo. Cinquant’anni di differenza separano le loro vite ma, accomunati dalla stessa solitudine, i due sviluppano una singolare amicizia.

La scelta della Nettelbeck di affidarsi ai volti dei suoi candidi e intensi interpreti, alla lunga, paga: Caine e la Poésy ci tengono incollati allo schermo e, per un attimo, li vorremmo anche noi come padre e figlia. Così, Mister Morgan finisce per regalarci istanti di autentico realismo sentimentale.
(FilmTv.it)
 
 

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

La fiera dei morti

icon_ciakvenerdì 25 luglio
di F. Vecchi e B. Dossi. voce: Paolo Poli
(animazione 2d – 2004, 7’50″)

Tratto dall’omonima poesia di Aldo Palazzeschi, il film ne ripropone il gusto dell’assurdo, il sapore vernacolare e insieme raffinato, la paradossale atmosfera di una fiera di paese fra le mura di un cimitero.

Il naturalista

icon_ciaksabato 26 luglio
di G. Barbera, G. Lo Presti, F. Parodi, M. Tozzi. musica: D. Incorvaia. flauto e fisarmonica: F. Chiara
(animazione 2d e stop motion – 2008, 4’30″ )

Il “naturalista” vive in città. Appena può salta in macchina e corre in campagna per rilassarsi fra campi e colline; ma amare la natura e goderne non è facile come si crede.

LIBERI A META(‘) di Gughi Fassino

(Italia 2013, 55’)
icon_ciakvenerdì 25 luglio | 19.00

liberi-metaUna squadra di detenuti rugbysti, un campo da calcio dotato delle porte a H che per ottanta minuti alla settimana si trasforma in un campo da rugby, la partecipazione a un campionato regolare. Tutto dietro gli alti muri di cemento che separano il carcere dal resto del mondo.

Vogliamo raccontare l’incontro del quadrato e dell’ovale, della società che si da regole perfette e dell’essere umano, imperfetto e sorprendente. L’obiettivo è creare spunti per una riflessione sulla funzione rieducativa e non punitiva degli istituti di correzione, sul percepirsi squadra e non outsiders.
(G. Fassino)
 

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Sbam

di A. Prencipe, L. Latrofa, E. Casentini, F. Santomauro, F. Foglietti. musica: F. Chiara
(animazione CGI 3d – 2009, 5’11″)

Piemonte Movie 2009: premio animazione.
Lui è rimasto solo con il suo cane, non riesce a dimenticare, passa ore a raccogliere sassi sulla spiaggia. Sbam racconta la fine di un amore, con un tocco di ironia.

STILL LIFE di Uberto Pasolini (v.o. sott. it.)

con Eddie Marsan, Joanne Froggatt, Karen Drury (Gran Bretagna, Italia 2013, 87′)
icon_ciakvenerdì 25 luglio | 21.00
icon_ciaksabato 26 luglio | 21.00

still lifeMeticoloso al punto da rasentare l’ossessione, John May è un lavoratore comunale incaricato di rintracciare il parente più vicino di coloro che sono morti in solitudine. Quando il reparto per cui lavora viene sottoposto a dei tagli, John deve sforzarsi per portare a termine il suo ultimo caso, andando incontro a un liberatorio viaggio.

Still Life è un’opera compiuta e dolorosa, una grande prova di regia. (…) Il film è austero, minimale, pochissimo dialogato. Eddie Marsan, il protagonista, è straordinario. Lo stile è sorvegliatissimo: inizialmente gelido, avvolge pian piano lo spettatore in un’empatia che nel finale strappa un pianto caldo e liberatorio. Un film sulla morte, pieno di vita.
(A. Crespi, L’Unità)
 

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Arithmetique

icon_ciakvenerdì 25 luglio
di G. Munari, D. Rovazzani. musica: da “L’enfant et les sortilèges” di M. Ravel e Colette
(animazione 2d – 2010, 4′)

Tic, tic tic… Chi ha paura dell’Aritmetica… un bambino si annoia alle prese con i compiti e piomba in un incubo. Il film è basato su un frammento dell’opera di Ravel “L’enfant et les sortilèges”.

46 cm

icon_ciaksabato 26 luglio
di T. Bandini, C. Casapieri, P. De Murtas, G. Strinati. musica: U. Smerilli
(animazione CGI 3d – 2011, 7’04″)

Il giovane Livio, sorvegliante in un supermercato, non sopporta la vicinanza del suo prossimo, e vive rinchiuso dentro una bolla che gli garantisce 46 cm di sicurezza. Un giorno, attraverso i monitor della tv a circuito chiuso, scorge fra gli scaffali una ragazza gentile e speciale.

LÀ SUTA. LA NOSTRA EREDITÀ NUCLEARE IN UN TRIANGOLO D’ACQUA di Daniele Gaglianone, Cristina Monti, Paolo Rapalino

(Italia 2014, 60′)
icon_ciaksabato 26 luglio | 19.00

la-sutaA Saluggia, piccolo comune agricolo a 40 Km da Torino, sono conservate la maggior parte delle scorie radioattive prodotte dalla stagione nucleare italiana. In un’area a ridosso del fiume Dora Baltea, a partire dalla fine degli anni ’50, sono sorti un centro di ricerca nucleare, un reattore sperimentale e un impianto di riprocessamento. Ancora oggi lì si trovano, stoccati in serbatoi a pochi metri dal fiume, le più pericolose tra le scorie.

Da tre anni portiamo avanti le ricerche per il documentario che ci hanno fatto comprendere come la situazione in Piemonte sia più complessa e pericolosa di ogni nostra aspettativa e ci confermano l’importanza di raccontare la storia del sito nucleare di Saluggia. Una storia locale e nello stesso tempo emblematica delle difficoltà che in tutto il mondo si stanno incontrando nella gestione delle scorie radioattive.
(gli autori)

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Waterwalls

di F. Macciò, F. Quatraro. musica: Japanese Gum
(animazione tecniche miste – 2014, 5’24″)

Video musicale. In una grigia città, la pioggia trasforma la giornata di un ragazzo in un immaginifico viaggio nelle profondità del mare. Il film nasce dal desiderio di comunicare attraverso colori, immagini e movimento, le emozioni evocate dalla musica.

PICCOLA PATRIA di Alessandro Rossetto

con Maria Roveran, Roberta Da Soller, Vladimir Doda (Italia 2013, 111′)
icon_ciakdomenica 27 luglio | 16.30
icon_ciaklunedì 28 luglio | 16.30

piccola patriaUn gruppo di giovani del nord est dell’Italia e loro famiglie sono costrette a confrontarsi con i problemi della vita quotidiana in un mondo in continuo cambiamento. In un posto dove tutti hanno segreti ben custoditi, Luisa e il giovane albanese Bilal sono due fidanzati che si nascondono dal mondo mentre Menon li osserva e, spinto dalla gelosia, cerca vendetta.

Attraverso i falsi movimenti di due giovani donne in cerca di una via di fuga, emerge il quadro di una società votata al dio denaro che contrabbanda per buoni valori morali che nessuno sente più; sfoga le insicurezze nell’aggressività e nella xenofobia; nasconde vizi segreti e sbandiera pubbliche virtù, mentre il tessuto familiare si sfalda e i capannoni industriali diventano vuote cattedrali nel deserto.
(A. Levantesi Kezich, La Stampa)

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

La danza del piccolo ragno

icon_ciakdomenica 27 luglio
di G. Compagnone, A. Febo, L. Rotelli, E. Vasile. musica: Officina Zoè – Associazione Officina Salento
(animazione tecniche diverse – 2012, 5’40″ )

La danza della Taranta fa parte di una tradizione antichissima. La leggenda vuole che chi viene morso dal ragno Taranta potrà guarire solo attraverso un frenetico rituale di musica e danza.

A Bicycle trip

icon_ciaklunedì 28 luglio
di L. Veracini, N. Nambiar, M. Avoletta
(animazione CGI 3d – 2008, 4’06″ )

Basilea, 19 aprile 1943: il chimico dottor Albert Hofmann torna a casa in bicicletta dopo una giornata di lavoro in laboratorio. L’ episodio è diventato leggendario, associato alla scoperta degli effetti provocati dall’LSD. Il film racconta quel celebre “trip”, immaginando, fuori dai cliché, una psichedelia degli anni Quaranta.

DAL PROFONDO di Valentina Zucco Pedicini

(Italia 2013, 73’)
icon_ciakdomenica 27 luglio | 19.00

Dal Profondo_03Cinquecento metri sotto il livello del mare si nasconde la vita. Un lavoro secolare che è orgoglio, maledizione. Chilometri di gallerie. Buio. Uomini neri. Una donna. Patrizia, unica minatrice in Italia, dialoga con un padre morto, un ricordo mai sepolto. Il tutto al ritmo di una preghiera che ai morti è dedicata: “De profundis, clamavi ad te, o Domine”.

Il tempo e la memoria si muovono in sottofondo; la chiusura imminente della miniera rischia di cancellare per sempre un luogo e le storie di coloro che lo hanno abitato. Un film “in the dark”, girato nel buio della miniera nel tentativo di condurre lo spettatore a sentire la nostalgia della luce, del sole, dell’aria proprio come di nostalgia vivono i minatori.
(V. Zucco Pedicini)

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Nana Bobò

di A. Cristofaro, V. Del Miglio, F. N. Mereu, L. Wild do Vale. musica: F. Chiara. La canzone “Nana Bobò” è interpretata da Dario Fo ed eseguita da Bandabardò
(animazione 2d – 2012, 4’27″)

Un uomo elegante arriva nella città tropicale che è la meta abituale delle sue solitarie vacanze. Passeggia, si rilassa al sole e si gode qualche drink. C’è però qualcosa di strano in quest’uomo che si procura giocattoli in giro per la città.

MARINA di Stijn Coninx (v.o. sott. it.)

con Luigi Lo Cascio, Donatella Finocchiaro, Matteo Simoni (Italia, Belgio 2013, 120′)
icon_ciakdomenica 27 luglio | 21.00
icon_ciaklunedì 28 luglio | 21.00

marinaSud Italia, 1948. Rocco ha dieci anni quando il padre emigra in Belgio per lavorare in una miniera di carbone. L’ambiente grigio della zona mineraria, i gelidi inverni, una lingua e una cultura straniera rendono la nuova vita di Rocco più difficile del previsto. Contro il volere del padre, il ragazzo cerca una via di fuga nella musica. Ispirato alla vita di Rocco Granata, noto per aver composto la canzone “Marina”.

Non c’è il solito esborso di nostalgia vintage, ma il clima dell’epoca è tracciato nel percorso visibile e invisibile, negli scatti e negli umori di questo Rocco senza fratelli che dalla provincia di Cosenza raggiunge papà a Genk, dove la baldanza giovanile e il suono della fisarmonica lo portano in cima al mondo.
(M. Porro, Il Corriere della Sera)

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Mamma mia

icon_ciakdomenica 27 luglio
di M. Tipaldo, F. Marinelli. musica: F. Chiara
(animazione 2d carta e digitale – 2013, 7’14″)

In due episodi personali (Buon sangue non mente di Milena Tipaldo e Mamma triceratopo di Francesca Marinelli) le autrici raccontano con humor e tenerezza le loro madri e il peso indiscutibile della loro eredità.

One at a Time

icon_ciaklunedì 28 luglio
di G. Barrocu, A. Cordini, V. Ghignone, V. Ventimiglia. musica: U. Smerilli
(animazione 2d carta e digitale – 2005, 6’08″)

Un barcaiolo deve traghettare un lupo, una capra e un cavolo sulla sua barca… Il corto gioca con il classico indovinello e con le sue possibili e impossibili soluzioni.

L’ALLENATORE DEI SOGNI. STORIA DI SERGIO VATTA E DI UN CALCIO CHE NON C’È PIÙ
di Christian Nicoletta

(Italia 2014, 52’)
icon_ciaklunedì 28 luglio | 19.00

allenatore-sogniDocumentario di creazione che racconta una storia umana che va oltre i confini dello sport: sul calcio che è stato, sul calcio di oggi e su come potrebbe essere questo bellissimo sport. Protagonista è Sergio Vatta, allenatore della Primavera del Torino negli anni ’80 e ’90, che cercava di formare non solo calciatori ma uomini liberi.

I bambini di 10 anni devono soprattutto giocare, perché il calcio è uno sport ma prima di tutto un gioco, ed è nel gioco che si vedono le caratteristiche più importanti di un carattere. Non potremo mai capire com’è un bambino dalle sue risposte e domande, ma a vederlo giocare possiamo capire tutto di lui… ma deve giocare libero…
(S. Vatta)

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Sottocasa

di D. Baiardini, G. S. Bellunato, M. Ciocia, C. Parecchini. sound design: V. Urselli
(animazione CGI 3d e 2d – 2010, 8’33″)

Torino, inverno 2009: tre torinesi vivono situazioni abitative difficili. Reno abita ai margini della città in una baracca, Cristian è senza fissa dimora, Fabri vive in una casa-famiglia. Il film è basato su tre interviste a tre senzatetto e guarda a situazioni di vita diverse e nascoste, anche se sotto gli occhi di tutti.

COME IL VENTO di Marco Simon Puccioni

con Valeria Golino, Filippo Timi (Italia 2013, 110′)
icon_ciakmartedì 29 luglio | 16.30
icon_ciakmercoledì 30 luglio | 16.30

Come il ventoArmida Miserere è una delle prime donne a divenire direttrice di carcere in Italia: al suo rigore vengono assegnate le sorti degli istituti penitenziari di Voghera, di Palermo e dell’isola di Pianosa. Ma la sua vita è segnata dal tragico amore per Umberto Mormile, assassinato in un agguato di camorra nel 1990.

Segnata dall’uccisione dell’amato, la Miserere è un corpo privato dell’anima in perenne girovagare da un carcere all’altro, alla ricerca dei colpevoli dell’assassinio e di un’altra ragione per svegliarsi al mattino. Una vita di emozioni implose restituita con doverosa sottorecitazione e con messa in scena concreta fino a far male.
(FilmTv.it)
 

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Achab

icon_ciakmartedì 29 luglio
di A. Deiana, L. Lodovichi, F. Pierini, S. Tripepi. musica: F. Chiara
(animazione CGI 3d – 2011, 7’39″)

Il capitano Achab è sopravvissuto all’ultimo scontro con la balena bianca, naufrago su un’isola deserta resiste faticosamente agli stenti, finché una violenta tempesta gli offre l’ultima occasione di vendetta.

Ritornello d’amore

icon_ciakmercoledì 30 luglio
di A. Atzori, S. Capitta, F. de Bassa, L. Di Benedetto. musica: F. Chiara
(animazione CGI 3d – 2013, 7’40″ )

Un senzatetto si innamora perdutamente di una radiolina trovata nella discarica. I due vivono insieme giorni felici, ma ben presto le diversità di carattere incrinano il loro rapporto.

¡VIVAN LAS ANTIPODAS! di Victor Kassakovsky

(Germania, Argentina, Paesi Bassi, Cile, Russia 2011, 100’)
icon_ciakmartedì 29 luglio | 19.00
icon_ciakmercoledì 30 luglio | 19.00
icon_ciakgiovedì 31 luglio | 19.00

Seguendo le contraddizioni della natura e delle persone che abitano il nostro pianeta, il documentario punta l’attenzione su quattro coppie di stati agli antipodi – Argentina e Cina, Cile e Russia, Hawaii e Botswana, Nuova Zelanda e Spagna – raccontando storie di vita antitetiche ma al contempo simili.

Un giorno viaggiando in Argentina vidi un uomo che pescava da un piccolo ponte in un piccolo villaggio. Nella luce del tramonto, quel posto così semplice mi è sembrato il più meraviglioso al mondo. Ho pensato: cosa accadrebbe se tirassi ben più in fondo quel filo della canna da pesca, attraverso il centro della Terra? Ho controllato, e avrei trovato una delle città più popolate, movimentate e rumorose del pianeta, Shanghai.
(V. Kassakovsky)

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Amperio

icon_ciakmartedì 29 luglio
di F. Alliaud, P. Ciccotti, M. Monti, H. Pizzinini, F. Taurino. musica: U. Smerilli
(animazione CGI 3d – 2005, 7′)

Le sventure elettrostatiche di un amoroso ragazzino dalla testa quadrata.

Babau

icon_ciakmercledì 30 luglio
di V. Terranova, G. Poretti, S. Zappalà, O. Bianco. musica: M. Artusa
(animazione CGI 3d – 2008, 3’34″)

Animazione e musica ci portano in una vallata incontaminata e popolata da specie diverse e sconosciute, in un mondo al confine fra il giorno e la notte. Il film, ispirato a personaggi e atmosfere delle fiabe giapponesi, racconta la nascita di una creatura in questo eco-sistema immaginario e coerente.

La reliquia rivoltosa

icon_ciakgiovedì 31 luglio
di S. Tambellini, G. Lo Palco, P. Poltronieri, G. Rivolta, F. Tagliavia. musica: F. Chiara
(animazione 2d – 2009, 6′)

In un paesino della Toscana di fine Ottocento viene ritrovato con gran scalpore un corpo mummificato dentro al tronco di albero. Nessuno sa da dove arrivi, ma il parroco decide di farne una preziosa reliquia. L’esserino tuttavia si dimostrerà spirito libero e piuttosto dispettoso.

CAPTAIN PHILLIPS – ATTACCO IN MARE APERTO di Paul Greengrass (v.o. sott. it.)

con Tom Hanks (USA 2013, 134′)
icon_ciakmartedì 29 luglio | 21.00
icon_ciakmercoledì 30 luglio | 21.00

capitain philips2009. Richard Phillips lascia la sua famiglia nel Vermont per guidare la nave porta container Maersk Alabama dall’altra parte del mondo. In acque extraterritoriali, la nave viene però attaccata da un manipolo di pirati somali e Phillips viene rapito in cerca di riscatto.

In mezzo all’Oceano Indiano, due minuscoli individui si riducono a niente, sovrastati da logiche di potere in conflitto feroce, ma non dissimili.
(R. Escobar, L’Espresso)
 
 
 

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

U Sciroccu

icon_ciakmartedì 29 luglio
di M. Palazzo, D. Scali, J. Lanza. musica: F. Seri
(animazione 2d – 2007, 5’50″)

Tre anziane donne abitano la stessa casa in un villaggio dell’Italia del sud, in un rassicurante sodalizio. la loro routine è spezzata dalla misteriosa apparizione di una mutanda da uomo in mezzo alla biancheria.

Tora Chan

icon_ciakmercoledì 30 luglio
di D. Como, C. Cutrì, S. Echise, V. Gori. musica: U. Smerilli
(animazione CGI 3d – 2009, 4’40″)

Un monaco medita rastrellando la sabbia del giardino zen, ma un gattino alla disperata ricerca di una lettiera dove fare pipì turberà la pace di tutto il monastero.

VIA CASTELLANA BANDIERA di Emma Dante

con Emma Dante, Alba Rohrwacher, Elena Cotta (Italia, Svizzera 2013, 94′)
icon_ciakgiovedì 31 luglio | 16.30

via castellanaPalermo. Rosa e Clara, venute per festeggiare il matrimonio di un amico, si perdono con la loro Multipla nelle strade della città e finiscono in una specie di budello. Nel frattempo, una Punto guidata da Samira, con la famiglia Calafiore ammassata al suo interno, arriva in senso contrario nella stessa strada. Né Rosa, né Samira intendono cedere il passo…

Il primo film di Emma Dante è una vera rivelazione che tiene conto della fisicità del suo credo di palcoscenico. Disponibile a letture di più vasta portata, il film è un crescendo anche buffo, a lungo covato, di psicomanie distorte, folklorismi allevati alla vita virtuale tv e alla mania dell’evento. Il finale è uno dei più inventivi della storia del cinema.
(M. Porro, Il Corriere della Sera)

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Imperium vacui

di L. Kelvink, M. Ottoni
(animazione di pupazzi in stop motion – 2014, 5’04″)

In un futuro distopico un uomo tenta la sua lotta contro un regime che ha perso ogni traccia di umanità, ma anche la rivolta sembra inquadrata nel meccanismo, e chi vi si oppone non può fare altro che il gioco del potere.

C’ERA UNA VOLTA A NEW YORK di James Gray (v.o. sott. it.)

con Marion Cotillard, Joaquin Phoenix (USA 2013, 120′)
icon_ciakgiovedì 31 luglio | 21.00

c_era_una_voltaNew York, anni ’20. L’arrivo di una donna diversa dalle altre ad Ellis Island sconvolge la vita di un imbonitore/showman/impresario/magnaccia, un uomo che vive raccogliendo ragazze sprovvedute con problemi di immigrazione per poterle impiegare prima negli spettacolini e poi nelle camere con i clienti.

Puro distillato di melodramma, ma la regia magistrale e la densa sensibilità introspettiva di Gray provvedono a far vibrare di nuova vita gli stereotipi.
(A. Levantesi Kezich, La Stampa)
 
 
 

Il film sarà preceduto dal cortometraggio realizzato dagli studenti del CSC Animazione – sede del Piemonte: 

Il pasticcere

di A. Antinori, A. di Molfetta, G. Landi, E. Laviola. musica: F. Chiara
(animazione 2d carta e digitale – 2010, 6’35″)

Il Pasticcere vive un’acuta nevrosi: ama profondamente il suo lavoro ma detesta gli ingordi e grossolani clienti che si ingozzano dei suoi dolci sublimi. Solo una creatura gentile gli dimostrerà che qualcuno sa apprezzare la sua opera.

Pubblicato in Film in programmazione, Film in rassegna | Lascia un commento

Programmazione dal 17 al 24 Luglio 2014

LE COSE BELLE

17,00

lecosebelle

Di Agostino Ferrente, Giovanni Piperno, con Louis Garrel, Anna Mouglalis, Arthur Igual, Emanuela Ponzano.

Trama:
Si dice che il tempo aggiusta tutto… Ma chissà se il tempo esiste davvero? Forse il tempo è solo una credenza popolare, una superstizione, una scaramanzia, un trucco, una canzone. Il tempo si passa a immaginare, ad aspettare, e poi, all’improvviso, a ricordare. Ma allora, le cose belle arriveranno? O le cose belle erano prima? La fatica e la bellezza di crescere al Sud in un film dal vero che narra tredici anni di vita. Quella di Adele, Enzo, Fabio e Silvana, raccontati in due momenti fondamentali delle loro esistenze: la prima giovinezza nella Napoli piena di speranza del 1999 e l’inizio dell’età adulta in quella paralizzata di oggi. Quando nel 1999 Agostino Ferrente e Giovanni Piperno realizzarono Intervista a mia madre, un documentario per Rai Tre che voleva raccontare dei frammenti di adolescenza a Napoli, ai loro quattro protagonisti chiesero come immaginassero il proprio futuro: loro risposero con gli occhi pieni di quella luce speciale che solo a quell’età possiede chi ancora sogna “le cose belle” e con quell’autoironia tipica della cultura partenopea che li aiuta a sdrammatizzare, esorcizzare e talvolta rimuovere gli aspetti problematici della vita. Al tempo stesso da quegli occhi traspariva una traccia di scaramantico disincanto. Forse perché la catastrofe imminente, sempre in agguato, è una minaccia – nonché un alibi – che rende spesso le loro vite cariche di rassegnazione. Dieci anni dopo, passando dalla Napoli del rinascimento culturale, che attirava artisti da tutto il mondo, a quella sommersa dall’immondizia, i registi sono tornati a filmare i loro quattro protagonisti per un arco di quattro anni: oggi l’auto-ironia ha ceduto il posto al realismo, e alle “ose belle” Fabio, Enzo, Adele e Silvana non credono più. O forse hanno imparato a non cercarle nel futuro o nel passato, ma nell’incerto vivere della loro giornata, nella lotta per un’esistenza, o sarebbe meglio dire resistenza, difficile ma dignitosa: spesso nuotando controcorrente, talvolta lasciandosi trasportare.

ALLA RICERCA DI VIVIAN MAIER

19,00

allaricercadivivianmaierDi John Maloof, Charlie Siskel, con John Maloof, Mary Ellen Mark, Phil Donahue.

Trama:
Documentario su Vivian Maier, una tata con l’hobby della fotografia, che dopo la sua morte e in seguito alla scoperta della sua raccolta di oltre 100 mila fotografie, fu considerata una delle più importanti fotografe di strada del ventesimo secolo..

LA GELOSIA (V.O.S.)

20,35 e 22,00

lajalousieDi Philippe Garrel, con Louis Garrel, Anna Mouglalis, Arthur Igual, Emanuela Ponzano.

Trama:
Un trentenne vive in affitto, con una donna, in un miniappartamento ammobiliato. Stanno vivendo una storia d’amore. L’uomo ha una figlia nata da una relazione con un’altra donna che poi lui ha lasciato. Naturalmente egli vede la figlia, la cui madre, tuttavia, vive da sola con la bambina e deve lavorare per mantenerla perché il suo ex non le passa niente. L’uomo, che fa l’attore – attore di teatro – è a sua volta molto povero. E ora è follemente innamorato della nuova compagna, anche lei attrice, ma senza lavoro. Un tempo la donna era una stella nascente, ma le offerte di ruoli sono poi venute a mancare. L’uomo fa l’impossibile per procurarle una parte, ricorrendo alle sue conoscenze nell’ambiente. Ma tutto è inutile. La donna, intanto, lo tradisce. Viene a trovarlo nel miniappartamento, poi dice di non sopportare più quel luogo e se ne va. L’uomo si spara un colpo al petto, ma la pistola gli sfugge di mano e, invece di colpire il cuore mortalmente, la pallottola gli perfora il polmone sinistro. All’ospedale giunge la sorella a fargli visita e rimane accanto a lui. È questa sorella tutto ciò che gli rimane. Questa sorella e il teatro.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Programmazione dal 10 al 16 Luglio 2014

LE COSE BELLE

16,30

lecosebelle

Di Agostino Ferrente, Giovanni Piperno, con Louis Garrel, Anna Mouglalis, Arthur Igual, Emanuela Ponzano.

Trama:
Si dice che il tempo aggiusta tutto… Ma chissà se il tempo esiste davvero? Forse il tempo è solo una credenza popolare, una superstizione, una scaramanzia, un trucco, una canzone. Il tempo si passa a immaginare, ad aspettare, e poi, all’improvviso, a ricordare. Ma allora, le cose belle arriveranno? O le cose belle erano prima? La fatica e la bellezza di crescere al Sud in un film dal vero che narra tredici anni di vita. Quella di Adele, Enzo, Fabio e Silvana, raccontati in due momenti fondamentali delle loro esistenze: la prima giovinezza nella Napoli piena di speranza del 1999 e l’inizio dell’età adulta in quella paralizzata di oggi. Quando nel 1999 Agostino Ferrente e Giovanni Piperno realizzarono Intervista a mia madre, un documentario per Rai Tre che voleva raccontare dei frammenti di adolescenza a Napoli, ai loro quattro protagonisti chiesero come immaginassero il proprio futuro: loro risposero con gli occhi pieni di quella luce speciale che solo a quell’età possiede chi ancora sogna “le cose belle” e con quell’autoironia tipica della cultura partenopea che li aiuta a sdrammatizzare, esorcizzare e talvolta rimuovere gli aspetti problematici della vita. Al tempo stesso da quegli occhi traspariva una traccia di scaramantico disincanto. Forse perché la catastrofe imminente, sempre in agguato, è una minaccia – nonché un alibi – che rende spesso le loro vite cariche di rassegnazione. Dieci anni dopo, passando dalla Napoli del rinascimento culturale, che attirava artisti da tutto il mondo, a quella sommersa dall’immondizia, i registi sono tornati a filmare i loro quattro protagonisti per un arco di quattro anni: oggi l’auto-ironia ha ceduto il posto al realismo, e alle “ose belle” Fabio, Enzo, Adele e Silvana non credono più. O forse hanno imparato a non cercarle nel futuro o nel passato, ma nell’incerto vivere della loro giornata, nella lotta per un’esistenza, o sarebbe meglio dire resistenza, difficile ma dignitosa: spesso nuotando controcorrente, talvolta lasciandosi trasportare.

 THE GAMBLER V.O.S.

18,10

thegamblerDi Ignas Jonyas, con Vytautas Kaniusonis, Oona Mekas, Rimas Blockis, Giedre Giedraityte, Valerijus Jevsejevas, Lukas Keršys, Romuald Lavrynovic, Simas Lindesis, Arturas Šablauskas, Jonas Vaitkus.

Trama:
Vincentas è il miglior dottore del reparto di pronto soccorso del suo ospedale, la cui unica passione è giocare d’azzardo. Ogni volta che si trova in una situazione difficile, il medico è costretto a fare scelte estreme per restituire il denaro perso in continuazione. A Vincentas viene l’idea di creare un gioco clandestino legato alla sua professione. Inizialmente solo i dipendenti del pronto soccorso sono attratti da questo macabro gioco, ma ben presto l’idea prende piede e comincia a diventare sempre più popolare. I colleghi medici diventano agenti di scommesse mentre Vincentas assume il controllo del banco. Mentre il gioco decolla dal punto di vista economico, Ieva, una sua collega, comincia a criticarlo apertamente. Tra Ieva e Vincentas è appena nata una storia d’amore, per cui il medico dovrà presto prendere una decisione fondamentale – gioco o amore?

LA GELOSIA (V.O.S.)

20,15 e 21,45

lajalousieDi Philippe Garrel, con Louis Garrel, Anna Mouglalis, Arthur Igual, Emanuela Ponzano.

Trama:
Un trentenne vive in affitto, con una donna, in un miniappartamento ammobiliato. Stanno vivendo una storia d’amore. L’uomo ha una figlia nata da una relazione con un’altra donna che poi lui ha lasciato. Naturalmente egli vede la figlia, la cui madre, tuttavia, vive da sola con la bambina e deve lavorare per mantenerla perché il suo ex non le passa niente. L’uomo, che fa l’attore – attore di teatro – è a sua volta molto povero. E ora è follemente innamorato della nuova compagna, anche lei attrice, ma senza lavoro. Un tempo la donna era una stella nascente, ma le offerte di ruoli sono poi venute a mancare. L’uomo fa l’impossibile per procurarle una parte, ricorrendo alle sue conoscenze nell’ambiente. Ma tutto è inutile. La donna, intanto, lo tradisce. Viene a trovarlo nel miniappartamento, poi dice di non sopportare più quel luogo e se ne va. L’uomo si spara un colpo al petto, ma la pistola gli sfugge di mano e, invece di colpire il cuore mortalmente, la pallottola gli perfora il polmone sinistro. All’ospedale giunge la sorella a fargli visita e rimane accanto a lui. È questa sorella tutto ciò che gli rimane. Questa sorella e il teatro.

Pubblicato in Film in programmazione | Lascia un commento

Programmazione dal 3 al 9 Luglio 2014

THE GAMBLER V.O.S.

17,00 e 19,45

thegamblerDi Ignas Jonyas, con Vytautas Kaniusonis, Oona Mekas, Rimas Blockis, Giedre Giedraityte, Valerijus Jevsejevas, Lukas Keršys, Romuald Lavrynovic, Simas Lindesis, Arturas Šablauskas, Jonas Vaitkus.

Trama:
Vincentas è il miglior dottore del reparto di pronto soccorso del suo ospedale, la cui unica passione è giocare d’azzardo. Ogni volta che si trova in una situazione difficile, il medico è costretto a fare scelte estreme per restituire il denaro perso in continuazione. A Vincentas viene l’idea di creare un gioco clandestino legato alla sua professione. Inizialmente solo i dipendenti del pronto soccorso sono attratti da questo macabro gioco, ma ben presto l’idea prende piede e comincia a diventare sempre più popolare. I colleghi medici diventano agenti di scommesse mentre Vincentas assume il controllo del banco. Mentre il gioco decolla dal punto di vista economico, Ieva, una sua collega, comincia a criticarlo apertamente. Tra Ieva e Vincentas è appena nata una storia d’amore, per cui il medico dovrà presto prendere una decisione fondamentale – gioco o amore?

JERSEY BOYS V.O.S.

21,45

jerseyboysDi Clint Eastwood, con Christopher Walken, Francesca Eastwood, Freya Tingley, James Madio, Billy Gardell, Kathrine Narducci, Mike Doyle, John Lloyd Young, Vincent Piazza.

Trama:
Il film narra la storia di quattro giovanotti che provengono dalla parte sbagliata del New Jersey, i quali si uniranno per formare il gruppo rock icona degli anni ’60, The Four Seasons. La storia dei processi e dei trionfi, è accompagnata da canzoni che hanno influenzato una generazione, tra le quali “Sherry”, “Big Girls Don’t Cry”, “Walk Like a Man”, “Dawn”, “Rag Doll”, “Bye Bye Baby”, “Who Loves You” e molte altre.

Pubblicato in Film in programmazione | Lascia un commento

Programmazione dal 26/06 al 02/07/2014

JERSEY BOYS V.O.S.

16,45 e 21,30

jerseyboysDi Clint Eastwood, con Christopher Walken, Francesca Eastwood, Freya Tingley, James Madio, Billy Gardell, Kathrine Narducci, Mike Doyle, John Lloyd Young, Vincent Piazza.

Trama:
Il film narra la storia di quattro giovanotti che provengono dalla parte sbagliata del New Jersey, i quali si uniranno per formare il gruppo rock icona degli anni ’60, The Four Seasons. La storia dei processi e dei trionfi, è accompagnata da canzoni che hanno influenzato una generazione, tra le quali “Sherry”, “Big Girls Don’t Cry”, “Walk Like a Man”, “Dawn”, “Rag Doll”, “Bye Bye Baby”, “Who Loves You” e molte altre.

STORIES WE TELL V.O.S.

19,30

storieswetell_caDi Sarah Polley, con Michael Polley, Harry Gulkin, Pixie Bigelow, Susy Buchan, Deirdre Bowen, Geoffrey Bowes, Tom Butler, John Buchan, Susy Buchan.

Trama:
Stories We Tell è un brillante viaggio attraverso i generi della narrazione firmato dall´attrice e regista candidata agli Oscar, Sarah Polley. La sua indagine su una verità elusiva sepolta nelle contraddizioni di una famiglia di cantastorie, è il ritratto divertente e intenso di un legame tra generazioni complicato e pieno d´amore.

Pubblicato in Film in programmazione | Lascia un commento

Programmazione dal 18 al 25/06/2014

JERSEY BOYS V.O.S.

16,45 e 21,30

jerseyboysDi Clint Eastwood, con Christopher Walken, Francesca Eastwood, Freya Tingley, James Madio, Billy Gardell, Kathrine Narducci, Mike Doyle, John Lloyd Young, Vincent Piazza.

Trama:
Il film narra la storia di quattro giovanotti che provengono dalla parte sbagliata del New Jersey, i quali si uniranno per formare il gruppo rock icona degli anni ’60, The Four Seasons. La storia dei processi e dei trionfi, è accompagnata da canzoni che hanno influenzato una generazione, tra le quali “Sherry”, “Big Girls Don’t Cry”, “Walk Like a Man”, “Dawn”, “Rag Doll”, “Bye Bye Baby”, “Who Loves You” e molte altre.

 

Per nessuna buona ragione V.O.S.

19,45

pernessunabuonaragioneDi Charlie Paul, con Johnny Depp, Terry Gilliam, Patrick Godfrey, Richard E. Grant, Ralph Steadman, Hunter S. Thompson, Jann Wenner.

Trama:
Quindici anni. Tanto ci è voluto per comprendere e raccontare in questo film la mente geniale e la vita spericolata di Ralph Steadman, illustratore e caricaturista inglese. Ci è concesso il privilegio di assistere al processo completo di realizzazione di un’opera, dalla tela bianca fino al dipinto finito. E dalla voce del protagonista ascoltiamo gli aneddoti di una biografia rivoluzionaria, che comprende collaborazioni artistiche passate alla storia: da quella con Hunter S. Thompson al più di recente sodalizio con Johnny Depp, che ha parte attiva nel film nell’eccezionale veste di intervistatore.

Pubblicato in Film in programmazione | Lascia un commento

Programmazione dal 12 al 17 Giugno 2014

MARINA

Ore 16,45 – Ingresso Unico € 5,00

marinaDi Stijn Coninx, con Luigi Lo Cascio, Donatella Finocchiaro, Matteo Simoni, Evelien Bosmans, Cristiaan Campagna, Warre Borgmans, Jelle Florizoone, Vincent Grass.

Ispirato all’autobiografia del musicista italo-belga Rocco Granata autore della hit mondiale “Marina”, l’omonimo film di Stijn Coninx racconta la storia di un bambino che lotta con un padre conservatore per realizzare il suo sogno: la musica. Un film spettacolare ambientato negli anni ‘50 che dalla miseria del Meridione, con i minatori italiani immigrati in Belgio alla ricerca di un futuro migliore plana a New York nella mitica Carnegie Hall.

 

THE BEATLES – A HARD DAY’S NIGHT Ore 19,30

thebeatlesaharddaysnightDi Richard Lester.

Trama:
Quest’anno “A Hard Day’s Night” dei Beatles celebra il suo 50esimo anniversario e per l’occasione si appresta ad invadere nuovamente i cinema di tutto il mondo in versione restaurata e digitalizzata. In una serie di esilaranti episodi, il film racconta la nascente e sfrenata passione dei fan per il maggior fenomeno musicale del XX secolo: dai balli shake alle lunghe capigliature ondeggianti, dalle camicie con colli ampi come vele ai dialoghi surreali… Tutto questo sono stati i Beatles e il loro pubblico. A Hard Day’s Night è uno dei più bei film musicali della storia del cinema e certamente una pietra miliare della generazione pop. Ironico ed avvolgente, accompagnato dall’omonimo, incredibile album dei Fab Four che raggiunse all’epoca vendite da capogiro, il film fu nominato agli Oscar, ai Grammy, ai Batfa.

INGRESSO UNICO € 8,00.

 

Solo gli amanti sopravvivono V.O.S. Ore 21,15

AMANTI

Di im Jarmusch, con Tom Hiddleston, Tilda Swinton, Mia Wasikowska, John Hurt, Anton Yelchin, Slimane Dazi, Wayne Brinston, Aurelie Thepaut .

Trama:
Sullo sfondo della romantica desolazione di Detroit e Tangeri, un musicista underground, profondamente depresso dal corso delle vicende umane, si ricongiunge con la sua forte ed enigmatica amante. La loro storia d’amore dura ormai da almeno alcuni secoli, ma il loro disinibito idillio viene presto disturbato dalla selvaggia e incontrollabile sorella minore di lei. Possono questi delicati outsiders continuare a sopravvivere mentre il mondo moderno crolla intorno a loro?

Pubblicato in Film in programmazione | Lascia un commento